fancy line +off-white line thicker 3.png

percorsi speciali

1/9

Deserto della Giudea e il fiume Giordano

FLOWER3T.png

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

 

Dalla cima del Monte degli Ulivi, dal bellissimo punto panoramico sul deserto, scenderemo in veicoli separati * nel deserto della Giudea, che ha ispirato eremiti di tutte le religioni nel corso dei secoli, da Elia ed Eliseo a eremiti cristiani e musulmani . Ci fermeremo in luoghi sacri di tutte le religioni, ebraiche, musulmane e cristiane e visiteremo un pittoresco monastero ortodosso.

Raggiungeremo il sito del battesimo sul fiume Giordano, il luogo in cui, secondo la tradizione, Giosuè e le tribù di Israele avevano attraversato il fiume Giordano mentre entravano nella Terra Promessa. È lo stesso luogo in cui Elia ascese al cielo su un carro di fuoco e il luogo dove Giovanni Battista a battesato di Gesù. Ancora oggi è un luogo di culto per varie denominazioni cristiane su entrambi i lati del Giordano.

Termineremo il viaggio a Qumran, la dimora della setta 'Yahad' (Esseni) e il sito in cui sono stati trovati i rotoli del Mar Morto, un evento che ha cambiato la nostra comprensione della storia religiosa. Visiteremo il centro visitatori e il sito archeologico.

Possibilità per chi fosse interessato di proseguire da solo verso una delle spiagge balneari del Mar Morto. È possibile combinare un giro in barca sul Mar Morto, previo accordo e a un costo aggiuntivo.

Il prezzo del tour non include l'ingresso al sito di Qumran e non include il cibo. Si svolgerà con un minimo di 10 partecipanti.

* Il viaggio si svolgerà in veicoli separati dei partecipanti e ogni veicolo sarà una capsula a sé stante. Le spiegazioni verranno fornite nell'app sullo smartphone. Ci saranno fermate nei luoghi dove il gruppo potrà incontrarsi. Tutti gli incontri saranno solo in spazi aperti mantenendo le distanze sociali.

Degustazione vini a cantina di Tzorah

Il Monastero di cistercense di Latrùn.

Padre Antonio spiega la chiesa di San Stefano, monastero di Beit Jamal

Degustazione vini a cantina di Tzorah

1/14

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Wineries e Monasteri

FLOWER3T.png
 

Conoscete la raffinata industria vinicola israeliana e le nostre meravigliose cantine boutique? Prenotate questo tour con atmosfera mediterranea, storia, arte e vino!

Le fresche colline della pianura della Giudea vi chiamano, così come le loro wineries originali. L'area è verde e ombreggiata e farete un tour tra monasteri e foreste storici nascosti e belli. La zona è ricca di storia biblica e mondiale.

Fermati per una degustazione di vini in due eccellenti cantine boutique, all'avanguardia nell'industria del vino di qualità del paese. Hanno già vinto premi internazionali e ognuno ha la sua caratteristica unica:

Kadma Winery, un progetto di una sola donna. Lina Slutzkin è un'enologa originale e audace, che ha importato un'antica tecnica di vinificazione in anfore di ceramica dal suo paese natale, la Georgia.

Tzora Winery, che è stata una delle prime cantine boutique di qualità, e si trova nel kibbutz Tzora.

Questi due sono i miei preferiti in particolare tra molte cantine di qualità in questa zona della Via del Vino israeliana.

Il prezzo del viaggio include la degustazione di vini in entrambe le wineries e pane e formaggi in una di esse. Si può guidare la vostra auto (più economica) oppure, trasporto potrebbe essere organizzato.

Si può acquistare vini esclusivi, che sono difficili da trovare nei negozi. I monasteri producono anche liquori speciali da frutta ed erbe esotiche locali! Alla fine del viaggio, potrete proseguire privatamente in uno degli ottimi ristoranti di questa zona, oppure portare il vostro cibo preferito per un picnic all'aperto e sorseggiare i vini che avete acquistato.

Il viaggio non include passeggiate, solo visite in loco e tutti i luoghi sono accessibili.

* Tutti i tour si svolgono secondo le ultime linee guida del Ministero della Salute

** Il viaggio si svolgerà in veicoli separati dei partecipanti e ogni veicolo avrà una capsula a sé stante. Le spiegazioni verranno fornite nell'app sullo smartphone. Sono previste soste nei luoghi in cui il gruppo può incontrarsi. In tutti gli incontri faremo in modo di mantenere le distanze sociali.

Tomba di S. Giorgio, l'uccisore del Drago Lidda

L'antico ponte Gindass, Lidda. Mamelucco dal 1260

Ramleh- La Torre Bianca - periodo Mamelucco medievale.

Tomba di S. Giorgio, l'uccisore del Drago Lidda

1/8

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Le antiche città di Ramleh e Lod

FLOWER3T.png
 

La storica strada dei pellegrini da Giaffa alla città santa. Questo tour, potrebbe essere preludio a un tour di Gerusalemme o, sua conclusione.

 

Visiteremo Lydda (Lod), luogo della nascita e la sepoltura di San Giorgio, l'uccisore del drago.  Ci recheremo poi nella città di Ramleh, con le sue chiese, la Torre Bianca, la Cisterna di S. Elena, il colorato mercato alimentare e la Grande moschea.

Sul Monte Sion, dove secondo la tradizione, Maria si e addormentata

Chiesa di Santa Maria Maddalena a Gerusalemme.

Sul Monte Sion, dove secondo la tradizione, Maria si e addormentata

1/14

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Le donne che costruirono Gerusalemme

In questo tour, seguiremo cinque donne straordinarie che contribuirono in modo determinante a rendere la città quello che è oggi. Innanzitutto Maria, madre di Gesù, che, secondo la tradizione cristiana, è nata, cresciuta e sepolta a Gerusalemme. Le altre quattro: l'imperatrice romana Sant'Elena, l'incantevole e sofisticata imperatrice bizantina Elia Eudocia, la regina crociata Melisenda di Gerusalemme e, infine, Hürrem Haseki Sultan, moglie di Solimano il Magnifico.

 

Percorso: Basilica della Dormizione, Cattedrale armena di S. Giacomo, Chiesa di S. Giovanni Battista e il Santo Sepolcro. Poi, dopo una pausa pranzo, proseguiremo con il palazzo e l'orfanotrofio di Haseki Sultan e la chiesa di Sant'Anna.
Facoltativo: visita al Museo Woujud del Patrimonio palestinese, che sostiene le imprese tradizionali delle donne.

Durata del tour: 6 ore circa.

Spianata delle Moschee
Spianata delle Moschee

Cupola della Roccia, costruita nel 691 dC e la fontana ornamentale di Qaitbai completata nel 1482.

Spianata delle moschee
Spianata delle moschee

Archi orientali ('Basika') dal con le cupole della roccia e della catena

Le mura della città
Le mura della città

veduta dai propri bastioni. Le mura erano costruite da Solimano il magnifico nel 1538

Spianata delle Moschee
Spianata delle Moschee

Cupola della Roccia, costruita nel 691 dC e la fontana ornamentale di Qaitbai completata nel 1482.

1/20

Alquds - la musulmana

Gerusalemme 

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Nell'anno 638 DC, Umar Ibn Al-Khattab, il secondo califfo, entrò a Gerusalemme. Da allora la cittá, è stata, per la maggior parte, musulmana. Per i musulmani è conosciuta come Alquds. È  stato il sito del Isra e Miraj (il Viaggio Notturno del profeta Maometto).

Nell’ 8 ° secolo, la dinastia degli Omayyadi edificò i meravigliosi santuari di al Aqsa, la spianata delle moschee (Haram esh Sharif), e la cittadella (Torre di Davide). Gli Ayyubidi, ed i Mamelucchi costruirono nel medioevo dei nuovi palazzi ed edifici di madrasse, che tutt'ora adornano la spianata delle Moschee e la città vecchia. Nel 1517, gli Ottomani presero la guida della città e costruirono le mura e altre strutture iconiche. Il nostro percorso: la spianata delle moschee (Monte del Tempio), i palazzi del quartiere musulmano, (pausa pranzo) la cittadella, e finalmente, una passeggiata sulle mura ottomane dalla porta di Giaffa alla porta di Damasco.

 Durata del tour: 6 ore circa.

Augusta Victoria
Augusta Victoria

Chiesa tedesca de l'Ascensione di Gesù

Chiesa tedesca de l'Ascensione
Chiesa tedesca de l'Ascensione

The entrata allo stile neoromanico

L'affascinante tomba della Vergine
L'affascinante tomba della Vergine

Augusta Victoria
Augusta Victoria

Chiesa tedesca de l'Ascensione di Gesù

1/18

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

I santuari sul monte degli Ulivi

Il Monte degli Ulivi è sacro per tutte e tre le fedi monoteiste. Nel cristianesimo è il luogo da cui Gesù entrò a Gerusalemme, dove soffrì e fu arrestato, e da dove ascese al cielo dopo la sua resurrezione. Nel giudaismo è il luogo della resurrezione. Nell'Islam è il luogo dove le anime passerebbero al giorno del giudizio.


Il nostro percorso: Chiesa tedesca dell'Ascensione, Monastero di Viri Galilaei, Cappella / Moschea dell'Ascensione, Chiesa russa dell'Ascensione, Monastero Pater Noster. Ci fermeremo a godere il panorama dall'albergo Sette Archi; da lì, alle tombe dei Profeti, il cimitero ebraico, la Cappella Dominus Flevit, Chiesa russa di S. Maddalena e, infine, la Chiesa di tutte le Nazioni nel Giardino del Getsemani. Durata del tour: 3,5 ore

La citadella di Gerusalemme, costruita dagli ottomani in 1530, conoscuita del nome La Torre di Davide

Le mura di Gerusalemme, costruite dagli ottomani in 1538

L'orologio del Khan al Umdan. San Giovanni d'Acri (Acco, Akka)

La citadella di Gerusalemme, costruita dagli ottomani in 1530, conoscuita del nome La Torre di Davide

1/14

Patrimonio ottomano

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Quattrocento anni di dominio ottomano, dal 1516 al 1917, hanno lasciato un impatto unico sulla cultura, l'architettura e la cucina della Terra Santa e delle sue varie comunità: musulmane, ebraiche e cristiane. I centri storici di città come Gerusalemme, Haifa, San Giovanni d'Acri, Giaffa, Nazareth e Beersheba mantengono ancora un'identità ottomana.


Potremmo fare su misura un tour unico, di un giorno o due, dalla città settentrionale di San Giovanni d'Acri a Gerusalemme e fino a Beer Sheba, (Birrüssebi) nel deserto del Negev, istituito dagli Ottomani nel 1900, e l'avamposto militare del deserto di Auja al-Hafir. Un tour gastronomico di influenza turca sia sulla cucina israeliana che su quella palestinese è anche da fare.
 

Ristorante Helena, porto antico, parco nazionale di Cesarea

Chakra Restaurant, Gerusalemme

Spezzie al mercato Carmel a Tel Aviv

Ristorante Helena, porto antico, parco nazionale di Cesarea

1/19

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per visualizzare le foto intere

Visite enogastronomiche

Questo paese è stato un punto d'incontro di culture, religioni e conquistatori per millenni, attraversando il ponte terrestro tra Africa e Asia. Questi hanno portato con sé varie cucine, che hanno influenzato la cucina locale palestinese fino ai giorni nostri. Tutto ciò si fonde con l'immigrazione ebraica in Israele all'inizio del XX secolo, il che ha portato anche una varietà cosmopolita: cucina ebraica dell'Europa orientale con cibo yemenita, cucina etiope con quella dell'Uzbekistan.

La cucina locale palestinese, con antiche radici tradizionali, è molto varia e porta il patrimonio di generazioni. I piatti variano dalle regioni montuose, desertiche e costiere, nord e sud. Il pubblico ebraico israeliano ha adottato la cucina araba locale come cibo popolare e conveniente. Oggi è stata creata una sorprendente fusione di tutte queste cucine, che ha un enorme successo internazionale.

Negli ultimi anni sono stati aperti nuovi wineries boutique, con tecniche di produzione all'avanguardia che combinano le qualità locali del suolo e del clima, ottenendo riconoscimento internazionale e prestigiosi premi in tutto il mondo. È un vero  orgoglio per una guida che offre ai nostri turisti una lista di vini esclusivamente israeliani, sapendo che lo apprezzerebbero enormemente.

È possibile organizzare tour enogastronomici, anche se è sempre meglio combinare un buon ristorante e una cantina in un viaggio storico. Parlate, gentilmente, con me, può essere personalizzato a vostro piacimento.