Licensed guide  מדריך מורשה

Member of

Israel Tour

Guide Assn

  • Facebook
flag 1 UK.png
flag 1 FR.png
flag 1 IT.png
flag 1 IS.png

 

Choose Language  נא לבחור שפה

Wix Logo 4.png

GUIDA TURISTICA

IN TERRA SANTA

David Steinberg

percorsi speciali

Wineries e Monasteri

La storica strada dei pellegrini da Giaffa alla città santa. Questo tour, potrebbe essere preludio a un tour di Gerusalemme o, sua conclusione.

 

Passeremo il tumulo biblico di Ghezer, ci recheremo poi nella città di Ramleh, con le sue chiese, la Torre Bianca, la Cisterna di S. Elena, il colorato mercato alimentare e la Grande moschea. Visiteremo poi Lydda (Lod), luogo di sepoltura di San Giorgio, l'uccisore del drago. Da lì a una o due boutique wineries a scelta sulle colline della Giudea per una degustazione di vini. Tornati sulla strada panoramica, viaggeremo fino al villaggio di Ein Karim, con le sue delicate chiese : quella di San Giovanni Battista, che fu, secondo la tradizione, ebbe i suoi natali, e la Chiesa della Visitazione. Concluderemo il tour in uno dei bar o ristoranti del villaggio

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Le donne che costruirono

Gerusalemme

In questo tour, seguiremo cinque donne straordinarie che contribuirono in modo determinante a rendere la città quello che è oggi.
Innanzitutto Maria, madre di Gesù, che, secondo la tradizione cristiana, è nata, cresciuta e sepolta a Gerusalemme.

Le altre quattro: l'imperatrice romana Sant'Elena, l'incantevole e sofisticata imperatrice bizantina Elia Eudocia, la regina crociata Melisenda di Gerusalemme e, infine, Hürrem Haseki Sultan, moglie di Solimano il Magnifico.

 

Percorso: Basilica della Dormizione, Cattedrale armena di S. Giacomo, Chiesa di S. Giovanni Battista e il Santo Sepolcro. Poi, dopo una pausa pranzo, proseguiremo con il palazzo e l'orfanotrofio di Haseki Sultan e la chiesa di Sant'Anna.
Facoltativo: visita al Museo Woujud del Patrimonio palestinese, che sostiene le imprese tradizionali delle donne.

Durata del tour: 6 ore circa.

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

Alquds - la musulmana

Gerusalemme 

Nell'anno 638 DC, Umar Ibn Al-Khattab, il secondo califfo, entrò a Gerusalemme. Da allora la cittá, è stata, per perla maggior parte, musulmana. Per i musulmani è conosciuta come Alquds. È  stato il sito del Isra e Miraj (il Viaggio Notturno del profeta Maometto).

Nell’ 8 ° secolo, la dinastia degli Omayyadi edificò i meravigliosi santuari di al Aqsa, la spianata delle moschee (Haram esh Sharif), e la cittadella (Torre di Davide). Gli Ayyubidi, ed i Mamelucchi costruirono nel medioevo dei nuovi palazzi ed edifici di madrasse, che tutt'ora adornano la spianata delle Moschee e la città vecchia. Nel 1517, gli Ottomani presero la guida della città e costruirono le mura e altre strutture iconiche.

Il nostro percorso: la spianata delle moschee (Monte del Tempio), i palazzi del quartiere musulmano, (pausa pranzo) la cittadella, e finalmente, una passeggiata sulle mura ottomane dalla porta di Giaffa alla porta di Damasco.

 Durata del tour: 6 ore circa.

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

I santuari sul monte degli Ulivi

Il Monte degli Ulivi è sacro per tutte e tre le fedi monoteiste.
Nel cristianesimo è il luogo da cui Gesù entrò a Gerusalemme, dove soffrì e fu arrestato, e da dove ascese al cielo dopo la sua resurrezione.

Nel giudaismo è il luogo della resurrezione. Nell'Islam è il luogo dove le anime passerebbero al giorno del giudizio.


Il nostro percorso: Chiesa tedesca dell'Ascensione, Monastero di Viri Galilaei, Cappella / Moschea dell'Ascensione, Chiesa russa dell'Ascensione, Monastero Pater Noster. Ci fermeremo a godere il panorama dall'albergo Sette Archi; da lì, alle tombe dei Profeti, il cimitero ebraico, la Cappella Dominus Flevit, Chiesa russa di S. Maddalena e, infine, la Chiesa di tutte le Nazioni nel Giardino del Getsemani.

Durata del tour: 3,5 ore

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per visualizzare le foto intere

 

Patrimonio ottomano

Quattrocento anni di dominio ottomano, dal 1516 al 1917, hanno lasciato un impatto unico sulla cultura, l'architettura e la cucina della Terra Santa e delle sue varie comunità: musulmane, ebraiche e cristiane.

 

I centri storici di città come Gerusalemme, Haifa, San Giovanni d'Acri, Giaffa, Nazareth e Beersheba mantengono ancora un'identità ottomana.


Potremmo fare su misura un tour unico, di un giorno o due, dalla città settentrionale di San Giovanni d'Acri a Gerusalemme e fino a Beer Sheba, (Birrüssebi) nel deserto del Negev, istituito dagli Ottomani nel 1900, e l'avamposto militare del deserto di Auja al-Hafir.


Un tour gastronomico di influenza turca sia sulla cucina israeliana che su quella palestinese è anche da fare.
 

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per visualizzare le foto intere

  Passare il puntatore per i titoli e cliccare, per le foto intere

  Mouseover the album for titles and click for full-size photos

Visite enogastronomiche

La Terra Santa è un luogo d'incontro di culture e religioni. La cucina palestinese locale è varia e regionale, caratterizzata da ricette antiche e tradizionali. Abbondante e a basso costo, questa cucina è stata adottata anche dalla maggior parte degli israeliani.


L'immigrazione ebraica ha portato in questo paese un interessante mix cosmopolita di cucine tradizionali ebree dai paesi piú disparati : dalla Polonia allo Yemen, dall’ Etiopia all'Uzbekistan. 

 

Nuove piccole cantine e vigneti si sono sviluppati negli ultimi anni e approfittando della grande varietà di terreno di questo paese, stanno guadagnando sempre più attenzione e riconoscimenti internazionali

 

Possono essere organizzate visite speciali enogastronomiche, e la combinazione di vino e cibo con la visita storica é sicuramente una soluzione ottimale.

La Vergine